Le tonnare di Marzamemi, Vendicari e Portopalo

La Cialoma, il canto propiziatore, lo Shalom, saluto ad una natura selvaggia e insidiosa e al suo mare depredato dalle sue creature. Un inno alla vita che annuncia la morte dei tonni, un ossimoro ciclico che si conclude con la tribale mattanza. Tonnare di Greci, Arabi, Spagnoli, della gente di Sicilia che, invocando i santi sperava, con la morte dei tonni, nella propria sopravvivenza. Marzamemi, Marsa al hamem , baia di tortore, villaggio di pescatori del principe Nicolaci di Villadorata, con la sua piazza da cui spiare gelosamente ogni attività del borgo e i malfaraggi, le case, dove quella vita era realmente vissuta. Vendicari, riserva naturalistica e faunistica, con la sua salina e i suoi pantani, e le rovine della novecentesca fabbrica del tonno che inquieta ancora la costa e le creature marine. Portopalo e la tonnara dei principi Bruno di Belmonte, con l’isola di Capopassero, tombolo di Sicilia, spartiacque geologico e storico di una Sicilia tanto violenta quanto violata come il suo mare.

prev next