Modica

Città a mezz’aria sospesa, barocca per le sue chiese e palazzi, trogloditica per i suoi abituri rupestri, dal patrimonio artistico di incomparabile bellezza.

...Segue

Ragusa

Antica Hybla Sicula, tenace e barocca, fieramente arroccata su uno sperone di roccia da cui sovrasta le cave di San Leonardo e di Santa Domenica e in parte distesa a scacchiera sull’altopiano Patro, dove la classe emergente dei massari la rifondò dopo il terremoto del 1693. 

...Segue

Scicli

La città più bella del mondo di Elio Vittorini, immensamente ricca nei suoi palazzi di Via Mormina Penna e immensamente povera nelle cento bocche di Chiafura, quartiere rupestre dove i cavernicoli di Scicli vivevano aggrottati sino agli anni 60. 

...Segue

Noto

Città teatro disposta lungo gli spalti rocciosi del colle Meti, dove fu ricostruita dopo il sisma del 1693, pronta a portare in scena una pièce barocca e rococò in un trionfo di girigogoli e capitelli corinzi.

...Segue

Caltagirone

Plasmata e modellata ad arte, da abili ed esperte mani, come quelle dei suoi ceramisti che ne han convertito l’argilla in gioielli di terracotta. Il suo tornio fu il guasto sismico del 1693: sconquassando la Sicilia sud orientale ne decretò non la fine ma la rinascita. 

...Segue